sito delle CHIESE EVANGELICHE ELVETICA, METODISTA e VALDESE di TRIESTE e DIASPORA
Per ulteriori informazioni chiama lo 040 632770

Un pensiero dalla predicazione di Natale tenuta a San Silvestro su Giovanni 16,33

(Chi voglia leggere il testo integrale della predicazione, lo può trovare nella colonna accanto)

 

Abbiamo udito le parole dell’angelo ai pastori: “Non temete! Vi porto il lieto annunzio di una grande gioia che sarà per tutto il popolo. Oggi è nato per voi un Salvatore, che è il Cristo, il Signore. Questo vi servirà di segno: troverete un bambino avvolto in fasce e coricato in una mangiatoia” (Luca 2, 10-11).

Ebbene, questo bambino nella mangiatoia di Betlemme oggi ci dice, con la più grande umiltà, ma anche con la massima chiarezza: IO HO VINTO IL MONDO.

IO, che sono un batuffolo di carne e al tempo stesso della medesima sostanza dell’Onnipotente Creatore del cielo e della terra. IO, che il Padre vi ha donato, che s’è fatto carne come voi siete di carne, per essere realmente il Dio-con voi. IO che non vengo a giudicarvi e a condannarvi come meritereste, ma per essere la vostra salvezza, la vostra pace, la vostra gioia, IO HO VINTO IL MONDO.

IO, e non voi uomini malvagi, e nemmeno quelli buoni. IO, e non gli uomini ignoranti, e neppure quelli colti e intelligenti. IO e non gli atei, e nemmeno i credenti ed i pii. IO, dice il bambino di Betlemme, HO VINTO IL MONDO. Nessuna chiesa, nessun Concilio, nessun papa, e nessun governo e nessuna università possono dire questo. IO lo posso dire, perché IO HO VINTO IL MONDO.

Sì, IL MONDO. Questo evangelo di Natale parla del mondo. Il mondo è casa nostra, è la grande abitazione che Dio ha creato per noi “bella e buona”. Noi l’abbiamo rovinato e oggi è come immerso nelle tenebre, colmo di tanta malvagità e di infinita miseria. E il mondo siamo noi, uomini e donne creati da Dio “alla sua stessa immagine e secondo la sua somiglianza”, e adesso diventati suoi nemici , e per questo nemici fra di noi, ed ognuno di fatto – se ci pensiamo bene – nemico di se stesso, causa prima della sua stessa infelicità. Ebbene, “Dio ha tanto amato questo mondo” che ha voluto regalare ad esso me, ci dice oggi Gesù, il suo Figlio unigenito.

E IO HO VINTO IL MONDO. IO, il Signore ed il figlio di povera gente nato in una mangiatoia di legno, così come è di legno la croce, ho strappato il mondo dalla rovina. Sono nato, ho vissuto, ho tanto amato, e mi sono lasciato consegnare a una morte vergognosa e terribile e ho pagato per le colpe e i peccati del mondo. Per questo sono venuto. E in questo modo ho riconciliato il mondo con Dio, l’ho riguadagnato a Dio. E l’ho dato di nuovo, questo mondo, agli uomini… l’ho reso a voi più splendido di prima.

E tutto questo non è qualcosa ancora da fare, qualcosa da dover solo sperare. Questo è già stato fatto, è già accaduto: IO HO VINTO IL MONDO.

Sì, Gesù ha già trionfato, una volta per tutte, una volta per sempre, e a noi non resta altro che constatare e accettare questa realtà, che viviamo nel mondo che Cristo ha già vinto, che siamo gli uomini e le donne che ha già conquistato per sé e per il Padre. Questo è il lieto annunzio del Natale. Questo sono le parole, è la realtà che il Signore ci chiama oggi ad accogliere, a fare nostra, a vivere: IO HO VINTO IL MONDO.                                                                                    R. M.

Scrivi un commento

Per pubblicare un commento devi primaautenticarti.

Chiesa Elvetica e Valdese

Piazza S. Silvestro 1
34121 Trieste
tel. e fax 040632770
chiesaelveticavaldese@gmail.com

Chiesa Metodista

Scala dei Giganti 1
34122 Trieste
tel. e fax 040 630892
chiesametodistatrieste@virgilio.it

Past. Ruggero Marchetti

Via G. Brunner 8
34125 Trieste
tel. 040 3480366
uff. 040 2415915
rmarchetti@chiesavaldese.org