sito delle CHIESE EVANGELICHE ELVETICA, METODISTA e VALDESE di TRIESTE e DIASPORA
Per ulteriori informazioni chiama lo 040 632770

Archivio di novembre 2013

Bazar di beneficenza e riflessione sull’origine della festa del Natale

Domenica 1 dicembre dalle ore 12 alle 19, preparato dall’unione femminile elvetica-valdese,  si terrà il  tradizionale Bazar di beneficenza con pranzo a buffet e altre iniziative,  il cui ricavato  andrà in solidarietà verso coloro che sono in difficoltà. Alle ore 15.30 si inserirà  una riflessione sull’origine del Natale di Dea Moscarda e del Pastore Ruggero Marchetti , a cura  del Centro Studi Albert Schweitzer.

Leggi tutto

Luca 14, 1-24. Testo biblico e predicazione tenuta durante il culto di domenica 17 novembre 2013 in Scala dei Giganti

  Luca 14 , 1 – 24 Gesù entrò di sabato in casa di uno dei principali farisei per prendere cibo, ed essi lo stavano osservando, quando si presentò davanti a lui un idropico. Gesù prese a dire ai dottori della legge e ai farisei: “È lecito o no far guarigioni in giorno di sabato?” Ma essi tacquero. Allora egli lo prese per mano, lo guarì e lo congedò. Poi disse loro: “Chi di voi, se gli cade nel pozzo un figlio o un bue, non lo tira subito fuori in giorno di sabato?”. Ed essi non potevano risponder nulla in contrario. Notando poi come gli invitati sceglievano i primi posti, disse loro questa parabola: “Quando sarai invitato a nozze da qualcuno, non ti mettere a tavola al primo posto, perché può darsi che sia stato invitato da lui qualcuno più importante di te, e chi ha invitato te e lui venga a dirti: “Cedi il posto a questo!” e tu debba con tua vergogna andare allora a occupare l’ultimo posto. Ma quando sarai invitato, va’ a metterti all’ultimo posto, affinché quando verrà colui che ti ha invitato, ti dica: “Amico, vieni più avanti”. Allora ne avrai onore davanti a […]

Leggi tutto

Un pensiero dalla predicazione su Luca 14, 1-24 tenuta durante il culto di domenica 17 novembre 2013 in Scala dei Giganti

QUI trovate il testo completo della predicazione e QUI l’elenco dei Sermoni Vogliamo anche noi scoprire e vivere la “beatitudine” annunciata oggi dal Signore?  Cambiamo la nostra mentalità e i nostri comportamenti: spezziamo il cerchio chiuso dei soliti legami e la rete dei rapporti fondati sul “do ut des”, e impegniamoci alla sequela di Gesù nella fraternità ed in un servizio agli altri che sia senza preconcetti e senza limiti prefissati. Osiamo la sorpresa della condivisione e della gioia della condivisione. Sbarazziamoci dello spirito di possesso che spesso ci fa trovare delle scuse che ci rendono tanto simili a quegli invitati che hanno detto di no: “Ho comprato un campo e ho la necessità di andarlo a vedere…”; “Ho comprato cinque paia di buoi e vado a provarli…”; “Ho preso moglie e non posso venire…”, ed invece aderiamo a un nuovo modo di avere relazioni. Impariamo l’agape cantato dall’Apostolo nel suo “inno all’amore” di 1 Corinzi 13: l’amore disinteressato, benevolo, generoso, senza partito preso… Così daremo al regno proclamato e portato da Gesùuna visibilità vera, concreta; procureremo a noi stessi ed agli altri una gioia reale. Sì, nella prospettiva spalancata dall’Evangelo, l’apertura agli altri non è un’alienazione ma un invito […]

Leggi tutto

Geremia 8, 3-14. Testo biblico e predicazione tenuta durante il culto di domenica 17 novembre 2013 in San Silvestro-Cristo Salvatore

  Geremia 8 , 4 – 13 Tu di’ loro: “Così parla il Signore: Se uno cade non si rialza forse? Se uno si svia, non torna egli indietro? Perché dunque questo popolo di Gerusalemme si svia di uno sviamento perenne? Essi persistono nella malafede e rifiutano di convertirsi. Io sto attento e ascolto: essi non parlano come dovrebbero; nessuno si pente della sua malvagità e dice: «Che ho fatto?» Ognuno riprende la sua corsa, come il cavallo che si slancia alla battaglia. Anche la cicogna conosce nel cielo le sue stagioni; la tortora, la rondine e la gru osservano il tempo quando debbono venire, ma il mio popolo non conosce quel che il Signore ha ordinato. Voi come potete dire: «Noi siamo saggi e la legge del Signore è con noi!» Sì, certo, ma la penna bugiarda degli scribi ha mentito. I saggi saranno confusi, saranno costernati, saranno presi; ecco, hanno rigettato la parola del Signore; quale saggezza possono avere? Perciò io darò le loro mogli ad altri, i loro campi a dei nuovi possessori; poiché dal più piccolo al più grande, sono tutti avidi di guadagno; dal profeta al sacerdote, tutti praticano la menzogna. Essi curano alla leggera […]

Leggi tutto

Un pensiero dalla predicazione su Geremia 8, 4-13 tenuta durante il culto di domenica 17 novembre 2013 in San Silvestro-Cristo Salvatore

QUI trovate il testo completo della predicazione e QUI l’elenco dei Sermoni Il Dio di Geremia, il profeta del pianto, vuole la nostra felicità. Siamo nella medesima linea di Deuteronomio 30, quando mette davanti al suo popolo la scelta fra “la vita e il bene” e “la morte e il male”, e lo chiama a scegliere la vita, a scegliere l’amore: “Scegli dunque la vita, affinché tu viva, tu e la tua discendenza, amando il Signore, il tuo Dio, ubbidendo ala sua voce e tenendoti stretto a lui” (Deut. 30, 19b-20a). Ma “scegliere la vita”, non è soltanto un fatto di parole, l’adesione intellettuale a un bel messaggio. È appunto “amare” e “ubbidire”. È un “praticare”, e più ancora, “praticare nella durata”. E questo, nella nostra epoca “usa e getta”, e che è “usa e getta” anche nei rapporti affettivi, non è per niente facile. Come l’Israele del tempo di Geremia, e forse anche di più, noi abbiamo i nostri scarti, i nostri allontanamenti, i nostri tradimenti e infedeltà, ed i nostri rifiuti… spesso abbiamo anche una profonda indifferenza nei confronti di ciò che Dio vuole che noi facciamo in risposta al suo amore. Tutto questo – l’abbiamo visto anche […]

Leggi tutto

In sintesi il Convegno Schweitzer: La donna nel Nuovo Testamento e nelle Chiese

La donna nel Nuovo Testamento e nelle Chiese ha costituito l’argomento del XVIII convegno teologico del Centro Studi Albert Schweitzer, svoltosi nei giorni 8 e 9 novembre, organizzato da Dario Fiorensoli il quale, con la presidente del Centro Anna Illy, ne ha avviato i lavori. L’introduzione di Dea Moscarda ha poi evidenziato la grande attualità di una tematica, che interessa tutte le Chiese, per la presenza di numerose donne che studiano, insegnano e fanno ricerca teologica, anche se il loro status rimane diverso da quello degli uomini perché le Chiese, nel corso dei secoli fino ai nostri giorni non le hanno apprezzate debitamente, anzi le hanno pesantemente discriminate. Nella basilica di s. Silvestro Paolo Ricca venerdì 8 novembre ha guardato, nella sua relazione,  alle donne insieme a Gesù nei vangeli, mettendo in rilievo l’enorme debito storico delle Chiese non solo verso le donne ma verso il messaggio stesso, che in una società patriarcale le ha volute con pari dignità nella comunità cristiana e nel mondo; istanza questa ignorata già dalla fine del I secolo dalla Chiesa strutturata. Lidia Maggi, parlando delle donne nella Chiesa ieri e oggi, partendo dall’episodio della donna legata in Luca 13, slegata e liberata da Cristo, ha puntato il […]

Leggi tutto

Luca 18, 1-8. Testo biblico e predicazione tenuta durante il culto di domenica 10 novembre 2013 in San Silvestro-Cristo Salvatore

  Luca 8 , 1 – 8       Propose loro ancora questa parabola per mostrare che dovevano pregare sempre e non stancarsi:   “In una certa città vi era un giudice, che non temeva Dio e non aveva rispetto per nessuno; e in quella città vi era una vedova, la quale andava da lui e diceva: “Rendimi giustizia sul mio avversario”. Egli per qualche tempo non volle farlo; ma poi disse fra sé: “Benché io non tema Dio e non abbia rispetto per nessuno, pure, poiché questa vedova continua a importunarmi, le renderò giustizia, perché, venendo a insistere, non finisca per rompermi la testa””.   Il Signore disse: “Ascoltate quel che dice il giudice ingiusto. Dio non renderà dunque giustizia ai suoi eletti che giorno e notte gridano a lui? Tarderà nei loro confronti?   Io vi dico che renderà giustizia con prontezza. Ma quando il Figlio dell’uomo verrà, troverà la fede sulla terra?”       Una parabola strana, quella di questa pagina. Davvero c’è voluto Gesù e la sua fantasia di grande narratore di parabole, per inventare una storia così!     Guardiamo innanzitutto ai suoi protagonisti.   Da una parte c’è “un giudice”. E un […]

Leggi tutto

Un pensiero dalla predicazione su Luca 18, 1-8 tenuta durante il culto di domenica 10 novembre 2013 in San Silvestro-Cristo Salvatore

QUI trovate il testo completo della predicazione e QUI l’elenco dei Sermoni Cosa ci insegna, strana parabola? Anzitutto a vincere le paure che sovente ci dominano al punto che noi, senza nemmeno rendercene conto, agiamo e pensiamo più in funzione di quello che ci spaventa che di quello che vorremmo. Sì, la figura “temibile” del “giudice iniquo” ci riguarda direttamente perché, grazie al rapporto che Gesù ha stabilito fra questo “giudice” e Dio, noi ci rendiamo conto che nonostante il nostro essere credenti, e anzi forse proprio per questo, abbiamo paura di Dio e non osiamo domandargli quello che ci è dovuto. Questa paura di Dio – se ci pensiamo – la viviamo in due modi: da un lato, di fronte ai tanti mali dell’umanità, abbiamo perso la confidenza in lui, lo vediamo come una sorta di despota (in qualche modo davvero somigliante al giudice della parabola) che non si cura delle sventure umane, e questo suscita la nostra diffidenza: meglio provare con le nostre forze a tirare avanti una vita che per nessuno è facile, e lasciar stare la preghiera di richiesta, perché tanto lui, Dio, non ascolta, e poi forse non sarebbe neanche giusto che si prendesse cura […]

Leggi tutto

Chiesa Elvetica e Valdese

Piazza S. Silvestro 1
34121 Trieste
tel. e fax 040632770
chiesaelveticavaldese@gmail.com

Chiesa Metodista

Scala dei Giganti 1
34122 Trieste
tel. e fax 040 630892
chiesametodistatrieste@virgilio.it

Past. Ruggero Marchetti

Via G. Brunner 8
34125 Trieste
tel. 040 3480366
uff. 040 2415915
rmarchetti@chiesavaldese.org