sito delle CHIESE EVANGELICHE ELVETICA, METODISTA e VALDESE di TRIESTE e DIASPORA
Per ulteriori informazioni chiama lo 040 632770

Archivio di aprile 2014

Un pensiero dalla predicazione su Marco 11, 1-11, tenuta la domenica delle Palme 13 aprile 2014 in San Silvestro-Cristo Salvatore

QUI trovate il testo completo della predicazione e QUI l’elenco dei Sermoni Ecco l’esplosione di gioia, ecco che ognuno si toglie il suo mantello, ed alcuni finiscono sull’asino per essere la sella di Gesù, e gli altri sono stesi sulla strada, a formare il tappeto per il re! Ed alcuni discepoli fanno da battistrada, altri vengono dietro, e tutti agitano le frasche che hanno colto dai campi, e cantano a gran voce la gioia che hanno in cuore: “Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore! Benedetto il regno che viene, il regno di Davide, nostro padre! Osanna nei luoghi altissimi!”. E gli altri pellegrini che sono sulla strada, osservano stupiti quel piccolo corteo che procede festoso tra la marea di gente che sale per la Pasqua, e poi fanno un sorriso un po’ beffardo. Perché… proviamo un attimo a metterci nei loro panni: certo, vedendo l’asino e udendo le parole dei discepoli, anche loro hanno ripensato al “re di sogno” del profeta Zaccaria. Ma poi, guardando e anche odorando quei mantelli su cui siede quel “re” – i poveri mantelli impolverati, laceri, sudati, che chissà da quanto tempo ricoprivano il corpo dei discepoli, si sono forse detti: “Questi […]

Leggi tutto

Marco 10, 46-52. Testo biblico e predicazione tenuta durante il culto di domenica 6 aprile 2014 in San Silvestro-Cristo Salvatore

  Marco 10 , 46 – 52     Poi giunsero a Gerico.   E come Gesù usciva da Gerico con i suoi discepoli e con una gran folla, il figlio di Timeo, Bartimeo, cieco mendicante, sedeva presso la strada.   Udito che passava Gesù il Nazareno, si mise a gridare e a dire: “Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!”. E molti lo sgridavano perché tacesse, ma quello gridava più forte: “Figlio di Davide, abbi pietà di me!”.   Gesù, fermatosi, disse: “Chiamatelo!”. E chiamarono il cieco, dicendogli: “Coraggio, alzati! Egli ti chiama!”.   Allora il cieco, gettato via il mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. E Gesù, rivolgendosi a lui, gli disse: “Che cosa vuoi che ti faccia?”. Il cieco gli rispose: “Rabbunì, che io ricuperi la vista”. Gesù gli disse: “Va’, la tua fede ti ha salvato”.   In quell’istante egli ricuperò la vista e seguiva Gesù per la via.       Per tre volte Gesù ha preannunciato ai suoi la sorte che lo attende: sta salendo con loro a Gerusalemme, e lì sarà catturato e condannato a morte dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, e lo consegneranno ai Romani e sarà […]

Leggi tutto

Un pensiero dalla predicazione su Marco 10, 46-52, tenuta domenica 6 aprile 2014 in San Silvestro-Cristo Salvatore

QUI trovate il testo completo della predicazione e QUI l’elenco dei Sermoni Abbiamo visto come l’attenzione del testo si sia, ad un certo punto, fermata su Bartimeo, a sua volta fermo sul ciglio della strada. Ed abbiamo anche visto come questo fermarsi sia diventato un lungo ”soffermarsi”. Abbiamo visto la cura con cui Bartimeo viene descritto, ed anche il fatto stesso che conosciamo il suo nome e addirittura quello di suo padre, non è usuale… è privilegio di pochi nel vangelo. E poi quell’attenzione cresce ancora: Bartimeo gioca nel racconto un ruolo sempre più centrale, e ne abbiamo potuto cogliere l’intuizione, la tenacia, la fede, nelle parole così come nei gesti. E proprio la sua fede sarà tale che sarà valutata da Gesù come fondamentale per la sua stessa guarigione: “Va’, la tua fede ti ha salvato”. Questo però non è solo il racconto di un miracolo; è anche un racconto di “discepolato”: la breve intensa storia di una persona che si mette alla sequela di Gesù. Ma l’inizio di quella sequela è molto particolare; perché qui – diversamente da tutte le altre scene di vocazione di discepoli – non è Gesù che chiama, è Bartimeo! È lui che si […]

Leggi tutto

Domenica 6 aprile giornata della solidarietà

La giornata della solidarietà, organizzata dall’unione femminile elvetico-valdese, si svolgerà domenica 6 aprile, in diversi momenti. Il culto unificato per le tre comunità sarà tenuto a s. Silvestro-Cristo Salvatore alle ore 10.30 dal pastore Ruggero Marchetti. Seguirà il pranzo a buffet presso la chiesa metodista di Scala Giganti. I consueti  trattenimenti pomeridiani che seguiranno saranno preceduti da una conferenza sulle religioni dell’India di Susheela B. Cignola. A tutti è rivolto l’invito a partecipare.

Leggi tutto

Chiesa Elvetica e Valdese

Piazza S. Silvestro 1
34121 Trieste
tel. e fax 040632770
chiesaelveticavaldese@gmail.com

Chiesa Metodista

Scala dei Giganti 1
34122 Trieste
tel. e fax 040 630892
chiesametodistatrieste@virgilio.it

Past. Ruggero Marchetti

Via G. Brunner 8
34125 Trieste
tel. 040 3480366
uff. 040 2415915
rmarchetti@chiesavaldese.org