sito delle CHIESE EVANGELICHE ELVETICA, METODISTA e VALDESE di TRIESTE e DIASPORA
Per ulteriori informazioni chiama lo 040 632770

Apocalisse 5, 1-14. Testo biblico e predicazione tenuta durante il culto unificato della domenica dell’Ascensione 1°giugno 2014 in San Silvestro-Cristo Salvatore

QUI trovate il testo completo della predicazione e QUI l’elenco dei Sermoni

A questo punto comprendiamo che cosa è andato a fare Gesù in cielo: c’è asceso con il corpo con cui ha vissuto la sua storia umana, per esservi intronizzato Signore della storia. Ciò che l’Apocalisse ci ha fatto contemplare è, infatti, proprio questo: un’intronizzazione che s’è svolta secondo tutti i crismi delle cerimonie ufficiali d’insediamento dei sovrani dell’antichità. Dopo che erano state mostrate al popolo le prove che giustificavano la sua salita al regno, si proclamava pubblicamente il nome del nuovo re, si annunziava il suo pieno diritto ad ascendere al trono, ed infine, la folla lo acclamava esultando, e gli rendeva omaggio come al suo solo, autentico sovrano. Qui, l’”Agnello che fu immolato e ora è il Vivente nei secoli dei secoli” si presenta maestoso al centro dell’assemblea celeste. Poi si avvicina a Dio e prende dalla sua mano la prova della dignità e del potere che gli sono conferiti: il“libro sigillato” del progetto divino. E i testimoni in cielo di questa cerimonia, lo acclamano e proclamano che da adesso e per sempre appartengono a lui “la forza, la ricchezza, la sapienza e la potenza, e l’onore, e al gloria e ogni lode”.

Ma allora, se Cristo è qui insediato Signore del mondo e della storia; se tutto d’ora in poi è già e sarà per sempre sottoposto alla sua sovranità, allora chi lo loda, gli deve l’obbedienza. Già, “l’obbedienza”. Una parola scomoda per noi, ma che è e rimane al cuore della fede come l’altra faccia della medaglia. Dietrich Bonhoeffer ci ha lasciato sull’esistenza cristiana quest’insegnamento: “Solo chi crede obbedisce, e solo chi obbedisce crede”. La prima frase, “Solo chi crede obbedisce”, non ci fa problema: noi riformati lo sappiamo bene che l’obbedienza è la conseguenza della fede, così come il frutto viene dall’albero. Ma dobbiamo imparare a ritenere anche parte dell’affermazione di Bonhoeffer: “Solo chi obbedisce crede”, che invece ci piace molto meno, perché ci sentiamo l’odore – per noi niente affatto gradevole – delle “buone opere”…

Ricordiamoci sempre che quando Gesù ha chiamato i suoi primi discepoli, lo ha fatto con una parola di comando: “Venite dietro a me!” (cfr Marco 1, 16 ss), e Simon Pietro e gli altri hanno dovuto obbedire e andare dietro a lui. E anche in questo libro dell’Apocalisse, Cristo si rivolge ai credenti definendoli “servi”, uomini e donne chiamati all’ubbidienza.

Insomma, la fede nasce da un comando concreto a cui si deve dare adempimento, ed è sempre così. E chi non obbedisce, anche se dice d’essere un credente, è piuttosto un illuso che “crede di credere”.

Quanti oggi si lamentano anche sinceramente di non aver ricevuto il dono della fede? Ma nessuno può e deve meravigliarsi della sua incredulità, finché non si cura di obbedire al comandamento di Gesù. Se tu non sottometti a quella “spada affilata e a doppio taglio” che è la sua Parola (cfr Apocalisse 1, 16) una passione che ti rende schiavo, o i tuoi sogni colpevoli, o un rancore, o un’inimicizia, non puoi poi lamentarti se ti senti arido, non riesci a pregare. Se rifiuti la parola del comando, non puoi invocare la parola della grazia, perché come potrai invocare e lodare come tuo Signore colui al quale hai negato l’obbedienza?

Sì, “solo chi obbedisce” “crede” davvero, e può vivere la gioia di chi – come abbiamo ascoltato – si scopre con stupore “re e sacerdote per il nostro Dio”.

                                                                                   R. M.

I commenti sono stati disabilitati.

Chiesa Elvetica e Valdese

Piazza S. Silvestro 1
34121 Trieste
tel. e fax 040632770
chiesaelveticavaldese@gmail.com

Chiesa Metodista

Scala dei Giganti 1
34122 Trieste
tel. e fax 040 630892
chiesametodistatrieste@virgilio.it

Past. Ruggero Marchetti

Via G. Brunner 8
34125 Trieste
tel. 040 3480366
uff. 040 2415915
rmarchetti@chiesavaldese.org