sito delle CHIESE EVANGELICHE ELVETICA, METODISTA e VALDESE di TRIESTE e DIASPORA
Per ulteriori informazioni chiama lo 040 632770

Un pensiero dalla predicazione su Giovanni 20, 19-23, tenuta il 12 aprile 2015, nella seconda domenica di Pasqua.

QUI trovate il testo completo della predicazione e QUI l’elenco dei Sermoni

Il nostro testo di oggi ci ha fatto contemplare Gesù che “soffia” sui discepoli il suo Spirito. E abbiamo anche letto Romani 12, 9-18, che ci ha parlato della vita cristiana. C’è lì un’espressione che si riaggancia a quel soffio del Signore della sera di Pasqua: è l’invito ad essere “ferventi nello Spirito”, che si può anche tradurre “lasciate soffiare lo Spirito”.
Questo ci dice che lo Spirito del Signore non opera soltanto in un contesto religioso, né soltanto per operare miracoli e prodigi, ma opera anche nella vita di ogni giorno.
Non c’è nulla di più concreto di quella pagina dell’apostolo Paolo: essere “gioiosi nella speranza”, “perseveranti nella preghiera”, attenti ai bisogni degli altri, esercitare l’accoglienza, non lasciarsi afferrare dal gusto della grandiosità… Cosa c’è di più realistico di questa serie di atteggiamenti con cui Paolo descrive la vita di coloro che “lasciano soffiare lo Spirito”?
Certo – lo sappiamo anche troppo bene – chi fra noi può vantarsi di rispettare questo programma pure così semplice? E però, vivere l’amore come credenti non è questione di rispettare un programma. È invece appunto, “lasciare soffiare lo Spirito”, che ci rende migliori di quanto siamo e ci consente, e vi ha consentito in questi quarant’anni di essere tutto sommato… ma sì… “gioiosi nella speranza”, “perseveranti nella preghiera”, attenti ai bisogni degli altri, accoglienti con chi ha bisogno di accoglienza… Poi certo, si può sempre far di meglio… ma a questo ci pensa lui, lo Spirito che soffia dove vuole e come vuole…

Ma adesso, sulle ali del soffio dello Spirito, pensiamo anche al futuro. Qual è il vostro progetto di vita cristiana per i prossimi quarant’anni? Ancora nella pagina di Paolo, possiamo pescare oggi per voi due, ma anche per tutti noi, un’altra sua parola, quella che dice: “Quanto all’onore, fate a gara nel rendervelo a vicenda”, pensando che forse al posto di “onore” potremmo anche dire: “rispetto”. Questo “onore” o “rispetto” non è “buona educazione”. Ci si può anche mandare a quel paese conservando il rispetto per l’altro. Perché il rispetto è quello sguardo che, posato sull’altro, coglie la sua importanza che l’altro neanche immagina di avere, e gli dà il tempo e il modo di manifestarla. Sì, “rispettare” vuol dire lasciare all’altro il tempo di crescere (e, di crescere, non si finisce mai…), accettandolo intanto per quel che è, anche coi suoi difetti. Per questo si può anche litigare, non perché “L’amore non è bello se non è litigarello” (che è una brutta frase fatta), ma perché spesso proprio la lite (se chiaramente è tra due che fondamentalmente si rispettano e si amano) segnala all’altro che si è creato uno squilibrio che va riequilibrato, una distanza che bisogna colmare.
Non che vi auguri di litigare, beninteso… voglio solo ricordare a voi a me stesso e a tutti che è poi vero che sovente i momenti di confronto chiaro e esplicito fanno crescere, e che sono un vivere il rispetto: se ti parlo, anche a voce un po’ troppo alta, è perché ti considero in grado di ascoltarmi… se non ti parlassi, se facessi finta di niente, non ti considererei… ma credo proprio che voi, questo pericolo di “far finta di niente” non lo avete mai corso e non lo correrete nel futuro… Siete due caratteri forti e se siete ancora qui è perché avete saputo confrontarvi quando occorreva sempre in maniera costruttiva, sempre accettando e rispettando l’altro, e questo è l’amore, quello vero… non quello romantico, che alla fine regge poco… basta che non ci sia la luna piena, e l’incanto sfuma via… R. M.

I commenti sono stati disabilitati.

Chiesa Elvetica e Valdese

Piazza S. Silvestro 1
34121 Trieste
tel. e fax 040632770
chiesaelveticavaldese@gmail.com

Chiesa Metodista

Scala dei Giganti 1
34122 Trieste
tel. e fax 040 630892
chiesametodistatrieste@virgilio.it

Past. Ruggero Marchetti

Via G. Brunner 8
34125 Trieste
tel. 040 3480366
uff. 040 2415915
rmarchetti@chiesavaldese.org