sito delle CHIESE EVANGELICHE ELVETICA, METODISTA e VALDESE di TRIESTE e DIASPORA
Per ulteriori informazioni chiama lo 040 632770

Archivio di ottobre 2015

Geremia 1, 4-19. Testo biblico e predicazione tenuta in Scala dei Giganti la domenica 18 ottobre 2015, durante il culto unificato in occasione dell’Assemblea di chiesa di inizio attività..

Geremia 1 , 4 – 19 La parola del Signore mi fu rivolta in questi termini: «Prima che io ti avessi formato nel grembo di tua madre, io ti ho conosciuto; prima che tu uscissi dal suo grembo, io ti ho consacrato e ti ho costituito profeta delle nazioni». Io risposi: «Ahimè, Signore, Dio, io non so parlare, perché non sono che un ragazzo». Ma il Signore mi disse: «Non dire: “Sono un ragazzo”, perché tu andrai da tutti quelli ai quali ti manderò, e dirai tutto quello che io ti comanderò. Non li temere, perché io sono con te per liberarti», dice il Signore. Poi il Signore stese la mano e mi toccò la bocca; e il Signore mi disse: «Ecco, io ho messo le mie parole nella tua bocca. Vedi, io ti stabilisco oggi sulle nazioni e sopra i regni, per sradicare, per demolire, per abbattere, per distruggere, per costruire e per piantare». Poi la parola del Signore mi fu rivolta in questi termini: «Geremia, che cosa vedi?» Io risposi: «Vedo un ramo di mandorlo». E il Signore mi disse: «Hai visto bene, poiché io vigilo sulla mia parola per mandarla ad effetto». La parola del Signore mi […]

Leggi tutto

Un pensiero dalla predicazione su Geremia 1, 4-19, tenuta in Scala dei Giganti il 18 ottobre 2015, durante il culto unificato in occasione dell’Assemblea di inizio attività.

QUI trovate il testo completo della predicazione e QUI l’elenco dei Sermoni “La parola del Signore fu su di me…”: così Geremia. “La parola del Signore è su di noi”: così noi oggi, la chiesa del Signore. Perché oggi quella Parola afferra noi, la chiesa, e chiama noi ad essere profeti. Sì, noi siamo affidati a questa Parola forte e scomoda, e chiamati a farla risuonare in tutta la sua scomodità. Se Geremia è stato un profeta per un tempo di crisi, il tempo della fine della libertà del suo popolo, noi siamo una chiesa per un tempo difficile, da molti segni il tempo del tramonto della nostra civiltà occidentale. E se bisogna dire tutto quello che Dio ci comanda di dire al “paese tutto intero”, dovremo anche noi affrontare dei conflitti. A causa della sua predicazione, Geremia ha trascorso venti anni della sua vita prigioniero, perché non ha voluto e nemmeno potuto camuffare nulla sia della Parola che annunciava, sia della realtà del mondo a cui l’annunciava. C’erano quei verbi: “sradicare, demolire, abbattere, distruggere”, che non potevano non suscitare le reazioni più dure, ma che andavano detti, perché solo così si potevano diventare realtà gli altri due verbi “costruire […]

Leggi tutto

Riprendono gli incontri di riflessione comunitaria sulla Bibbia

Sabato 24 ottobre alle ore 17.30 in Scala Giganti riprenderanno gli incontri fraterni di condivisione e riflessione comunitaria sulla parola di Dio. Per chi vorrà partecipare questa sarà una preziosa occasione di vivere un momento di spiritualità biblica e di fraternità cristiana.

Leggi tutto

Domenica 18 culto unificato con l’assemblea di inizio delle attività 2015/2016, seguito da pranzo comunitario

Per difficoltà possibili per la coincidenza della Barcolana, l’assemblea di inizio delle attività dalla domenica 11 ottobre è stata spostata alla domenica successiva, 18 ottobre. Il breve culto sarà tenuto dal Pastore Ruggero Marchetti. Dopo l’assemblea, sarà possibile fermarsi per il pranzo comunitario negli ambienti della Chiesa Metodista di Scala Giganti. Per prenotazioni pranzo, rivolgersi quanto prima a Novella Salari o4o.395347. Come da calendario pubblicato a lato, domenica 11 alle ore 10.30 al culto di s. Silvestro predicherà Nino Gullotta, a Scala Giganti in Chiesa Metodista il Pastore Marchetti.

Leggi tutto

Luca 12, 13-21. Testo biblico e predicazione tenuta in San Silvestro – Cristo Salvatore la domenica 4 ottobre 2015, durante il culto della diciottesima domenica dopo la Trinità.

Or uno della folla gli disse: “Maestro, di’ a mio fratello che divida con me l’eredità”. Ma Gesù gli rispose: “Uomo, chi mi ha costituito su di voi giudice o spartitore?” Poi disse loro: “State attenti e guardatevi da ogni avarizia; perché non è dall’abbondanza dei beni che uno possiede, che egli ha la sua vita”. E disse loro questa parabola: “La campagna di un uomo ricco fruttò abbondantemente; egli ragionava così, fra sé: “Che farò, poiché non ho dove riporre i miei raccolti?” E disse: “Questo farò: demolirò i miei granai, ne costruirò altri più grandi, vi raccoglierò tutto il mio grano e i miei beni, e dirò all’anima mia: Anima, tu hai molti beni ammassati per molti anni; ripòsati, mangia, bevi, divèrtiti”. Ma Dio gli disse: “Stolto, questa notte stessa l’anima tua ti sarà ridomandata; e quello che hai preparato, di chi sarà?” Così è di chi accumula tesori per sé e non è ricco davanti a Dio”. Chi di noi non vorrebbe incontrare Gesù? Incontrarlo davvero “a faccia a faccia”, avere il privilegio di vederlo e di parlargli, come potevano fare i suoi contemporanei in Israele? Sarebbe meraviglioso… ma potrebbe anche essere raggelante. Così come deve essersi […]

Leggi tutto

Un pensiero dalla predicazione su Luca 12, 13-21, tenuta in San Silvestro – Cristo Salvatore il 4 ottobre 2015, durante il culto della diciottesima domenica dopo la Trinità.

    QUI trovate il testo completo della predicazione e QUI l’elenco dei Sermoni C’è in queste righe una sorta di gioco di parole: l’uomo chiede a Gesù di farsi “divisore” nella questione che ha con suo fratello circa l’eredità, e Gesù non accetta quel ruolo, perché concepisce la divisione solo come “condivisione”. Al cuore del suo evangelo, infatti, c’è il Regno di Dio, che è anch’esso una eredità (la nostra vera celeste eredità), ma è un’eredità che non si può “dividere” e invece solo appunto “condividere”, perché il Regno di Dio ci attende perché tutti ne possiamo godere. Insomma, qui Gesù rifiuta una giustizia tutta umana che non sia legata al nuovo ordine di condivisione che è proprio del Regno di Dio, e non accetta di lasciarsi coinvolgere in una questione di proprietà che, nel nome del tuo interesse di quelli che pensi siano i tuoi diritti, di impedisce di vedere nell’altro con il quale sei in contesa il prossimo da amare – e qui è chiaro che per l’uomo che si è rivolto a Gesù il fratello da cui rivendica la propria parte di eredità non è quel che si dice “il prossimo che egli ama”… Anche perché […]

Leggi tutto

Chiesa Elvetica e Valdese

Piazza S. Silvestro 1
34121 Trieste
tel. e fax 040632770
chiesaelveticavaldese@gmail.com

Chiesa Metodista

Scala dei Giganti 1
34122 Trieste
tel. e fax 040 630892
chiesametodistatrieste@virgilio.it

Past. Ruggero Marchetti

Via G. Brunner 8
34125 Trieste
tel. 040 3480366
uff. 040 2415915
rmarchetti@chiesavaldese.org